Blog

><

Come nascono le patatine Crik Crok

Quanti pacchetti di patatine abbiamo mangiato nella nostra vita? Si tratta di un gesto comune, che, probabilmente, abbiamo ripetuto talmente tante volte senza mai porci una domanda: come vengono fatte le patatine? In questo articolo vogliamo svelarti come nascono le patatine Crik Crok, quali sono i passaggi che portano dei tuberi di patate a diventare delle squisite chips dentro i sacchetti che tutti conosciamo. 

Pulizia e lavaggio

Innanzitutto ai tuberi di patate prelevati direttamente dal nostro magazzino delle materie prime viene eseguita una pulizia preliminare a secco. Questo processo serve per rimuovere sassi più o meno piccoli e in generale tutti quei corpi estranei che potrebbero essere presenti nelle patate.

Dopo questo passaggio preliminare, si passa a un lavaggio con ciclone ad acqua il cui scopo è togliere degli ulteriori residui, qualora ve ne rimanessero. 

Pelatura e Affettatura

Se hai mai provato a prepararti delle patatine fritte anche a casa, saprai benissimo che un passaggio fondamentale è quello della pelatura. Nei nostri stabilimenti effettuiamo una pelatura per abrasione, con un flusso d’acqua che irrora continuamente le patate per mantenerle costantemente pulite.

Arriva poi il momento dell’affettatura. Durante le operazioni di affettatura, riduciamo le patate in fettine di diverso spessore e grandezza. È questo il momento in cui nascono le patatine Crik Crok nelle diverse forme di chips che conosci: ondulate, stick, classiche ecc.

Al termine di questo processo, poi, effettuiamo un secondo lavaggio, che toglie l’amido superficiale generato al momento dell’affettatura. 

Frittura, salatura e aromatizzazione

Tutti i passaggi che abbiamo già descritto sono propedeutici al momento più importante, quello che determina davvero la nascita di una buona chips: la frittura. Come ti abbiamo già raccontato in questo articolo, usiamo l’olio di girasole alto oleico che, oltre a essere più leggero, possiede un punto fumo più elevato, il che significa che non produce sostanze nocive anche se cotto a temperature molto alte.

Appena uscite dalla friggitrice, le patate vengono ricoperte in modo uniforme con del sale a granulometria sottile. Questo è anche il momento di un ulteriore controllo. Ci sono sempre, infatti, alcune patatine “difettose”, che non si sono cotte come vorremmo e che quindi procediamo a scartare.

In questo momento la patatina è praticamente pronta, manca solamente l’aromatizzazione. Dopo la frittura e la salatura, infatti, viene conferito alle chips i diversi aromi, a seconda del prodotto che “diventeranno”: paprika, ketchup, BBQ, ecc. 

Confezionamento 

Una volta aromatizzate, le chips sono a tutti gli effetti pronte. Prima di fare il loro “salto” nei sacchetti, però, compiono un ulteriore passaggio di sicurezza. Vengono infatti passate sotto un metal detector, che garantisce che non vi siano sostanze improprie. Superato anche questo test di sicurezza, è arrivato il momento di terminare il processo: le chips vengono confezionate nei vari pack, dalle fatte a mano alle plus passando per le classiche.  

Ora i sacchetti sono pronti per raggiungere il magazzino dove, attraverso un processo meccanizzato, verranno disposte sue dei pallet, pronte a iniziare il loro viaggio che termina…nella tua bocca!

Ora che hai scoperto come nascono le patatine Crik Crok e sai quanto lavoro e quanta attenzione servono per ottenere il prodotto che conosci, abbiamo un solo, ultimo consiglio: goditele!

26.05.21