Blog

>

Pop corn: storia e curiosità

Anche nella gastronomia esistono i miti. Se sei d’accordo con quest’affermazione, converrai con noi che i Pop corn sono un assoluto mito, quando si parla di snack. Sono entrati perfettamente nell’immaginario pop, appunto, ma hanno una storia antichissima e quasi misteriosa, perché si perde nella notte dei tempi e in antichissime civiltà. I pop corn fanno ovviamente parte della famiglia di Crik Crok, che li propone sia in versione sacchetto che tubo, per tutte le esigenze. In questo articolo vogliamo parlarti della storia di questo snack leggero e speciale, e di come sia diventato il “pasto” per eccellenza quando si va al cinema.

Le origini dei pop corn

È proprio vero che studiare la gastronomia aiuta a conoscere il mondo. Già nei nostri approfondimenti dedicati al Pepe Rosa, alle Tortillas e allo Jalapeño abbiamo compiuto un incredibile viaggio nel Centro-Sud America, realizzando quanto ricca sia la storia gastronomica di quell’area. Per parlare di pop è necessario rimanere in Centro America, e nello specifico in Messico.

Il mais (da cui, come sai, provengono i pop corn) era coltivato nella zona sud occidentale del Messico già a partire da 10mila anni fa, circa. Sono stati ritrovati resti di chicchi di mais soffiato nelle civiltà precolombiane. Già all’epoca il mais aveva delle caratteristiche vincenti: è facile da coltivare e da cucinare, ed è nutriente. Durante le varie spedizioni, gli europei si innamorarono di questa pianta, che importarono nel Vecchio continente, e che da allora è entrato pienamente nelle varie gastronomie locali.

Da cibo povero a icona pop

Perché i pop corn diventassero una vera e propria icona culinaria, però, sono dovuti passare secoli. Se la sua origine antica è da ricercare in Messico, quella più moderna e popolare arriva, ovviamente, dagli Stati Uniti. La vera grande svolta è stata portata dal progresso tecnologico, che ha permesso la progettazione di macchine e macchinari che potessero produrre pop corn in grandi quantità. Nel 1875, Frederick J. Myers, che viveva in Kentucky, Stato nel quale la coltivazione del mais rappresenta una risorsa fondamentale per l’economia, inventò la prima macchina per far scoppiare il mais e produrre così pop corn.

Dieci anni dopo Charles Cretors perfezionò questa invenzione, creando una macchina che poteva essere trasportata per strada, trasferendosi da una fiera all’altra. I pop corn erano già diventati uno snack universalmente apprezzato, soprattutto perché sfizioso ed economico. Grazie a queste due ultime caratteristiche e alla Grande Depressione del 1929, i pop corn hanno fatto il loro definitivo “salto di qualità”. Il cinema era all’epoca uno “svago” molto economico ed accessibile a grosse fette di popolazione, seppur le condizioni economiche generali fossero tutt’altro che rosee. Fuori dai cinema, cominciarono ad accumularsi i già citati carretti, che vendevano i pop corn per pochi centesimi.

I proprietari delle sale cinematografiche capirono che si trattava di un’attività sulla quale investire, e iniziarono a costruire internamente spazi dove vendere pop corn sempre caldi, salati e insaporiti da un po’ di burro. A questo punto il percorso era completato: i pop corn sono diventati lo snack “obbligatorio” per ogni appassionato di cinema. Per la loro semplicità di preparazione, poi, il connubio film + pop corn poteva essere anche replicato a casa.

I pop corn di Crik Crok

Che tu sia un appassionato di cinema o no, che ti piaccia sgranocchiare davanti alla tv o al grande schermo, di una cosa siamo certi: ami i pop corn. I pop corn di Crik Crok sono senza glutine, scoppiati in aria calda e delicatamente salati : sono semplicemente lo snack perfetto in qualsiasi circostanza! 

Che sia un aperitivo, uno spuntino o una fantastica serata divano e tv, prendi dei pop corn Crik Crok e la serata andrà alla grande!

31.08.21