Blog

><

Storia e mito della paprika

Gustare una chips Crik Crok è molto di più che consumare uno snack: è entrare in un mondo. 
In due articoli precedenti vi abbiamo parlato dell’inaspettata storia del ketchup e dell’origine secolare dello jalapeño
Oggi vogliamo raccontarvi storia e mito della paprika, un altro caposaldo della linea Plus.

La spezia più amata, diffusa in tutto il mondo, ha un’origine che forse non conoscerai.

Come si ottiene la paprika?

Innanzitutto, la paprika deriva dalle piante Capsicum. Può essere quindi ricavata sia dal peperone che dal peperoncino. Il sapore cambia a seconda del frutto usato e ne esistono infatti tre tipologie: dolce, semidolce e rosa

Per ottenere la paprika bisogna prima aspettare l’essiccamento del peperone o del peperoncino, e poi tritarlo. Anche questo passaggio non è sempre uguale. Alcune scelte determinano il sapore della spezia. 

Nella più comune delle ricette, al momento della macinazione, vengono tolti sia i semi che la membrana bianca, in modo da conferire alla spezia il suo tipico sapore dolce. Se però si vuole ottenere una piccantezza più accentuata, allora anche questi componenti, ricchi di capsaicina (proprio la sostanza che conferisce piccantezza), vengono tritati. 

Da dove viene la paprika?

Il termine melting pot si usa per un certo tipo di società aperta e ricca di: commistioni, influenze culturali e scambi. 

Non sarebbe affatto sbagliato usare questo concetto anche per la paprika, che ha dovuto fare una lunga strada (sia in termini di chilometri percorsi che di anni) per diventare quello che è. 

Sì, perché il peperone, come abbiamo visto nell’articolo sullo jalapeño (se non lo avete ancora fatto, vi invitiamo a leggerlo, vi stupirà) viene dal continente americano

La paprika però non proviene dall’America, ma dall’India. È a Oriente, infatti, che in seguito a diversi esperimenti si è compreso che dal peperone e dal peperoncino poteva essere “estratta” questa preziosa spezia. 

…e in Europa? 

La paprika è stata qui introdotta dall’Ungheria, grazie ai fitti scambi commerciali con la Turchia, la “porta d’Oriente”. 

La leggenda della paprika

Abbiamo parlato non a caso di storia e mito della paprika: come per ogni pietanza storica che si rispetti, anche a questa spezia è infatti abbinata una leggenda

Si narra che una giovane contadina ungherese che faceva parte dell’harem del pascià turco, fosse riuscita a scappare e rientrare nel suo paese. 

Qui, avrebbe rivelato ai suoi concittadini un procedimento visto a corte: quello della macinazione dei peperoni per ottenere la paprika. Non a caso il piatto ungherese per eccellenza, il gulash, è contraddistinto dal sapore inconfondibile proprio della paprika, diventata una sorta di “spezia nazionale”. 

La paprika nella nostra linea Plus

E se dopo aver scoperto storia e mito della paprika avessi voglia di gustarla?

Nessun problema! Per Crik Crok è ormai un must dell’offerta Plus. 

Ci piace così tanto che abbiamo sperimentato per trovare delle soluzioni semplicemente perfette, bilanciate e irresistibili. Nelle Plus al gusto jalapeño, per esempio, il piccante viene anticipato e smorzato proprio dalla paprika, in un’unione di sapori dolcemente esplosiva. 
E che dire delle Plus alla paprika? Con il loro aroma 100% naturale, senza glutine e senza glutammato, solo una cosa non ti piacerà: la fine del barattolo!

01.04.21